I 14 8000

I 14 8000 m.

14 8000 m. in tanti ne parlano, ma in pochi saprebbero dirvi quali sono e la loro storia.

Questa, forse, è una delle abbinate numeriche più famose nel mondo dell’Alpinismo e dei suoi praticanti fino ad arrivare ai grandi media generalisti e alla massa benevola e un po’ spaventata dei Divanomorfi.

Per chiunque pratichi o ami l’Alpinismo questa serie di 14 approfondimenti diventa un tassello fondamentale della crescita culturale montana.

Molti riconosceranno nell’elenco dei Grandi 14 i nomi abusati da tutte le marche prive di fantasia di giacche, scarpe e altri indumenti e strumenti più o meno tecnici, ma possibile che la conoscenza della Montagna debba fermarsi a così poco?

Che non si possa sollevare il velo di banalità di cui vogliono vestire questi 14 8000?

I 14 approfondimenti che si succederanno nelle prossime settimane puntano proprio a questo, a restituire un po’ di rispettabilità montana a componenti imprescindibili del nostro mondo, a luoghi che segnano l’esistenza di chi ne può calpestare il terreno, fossero anche le pendici lontane dalla vetta.

Cercheremo di illustrare ed esporre i temi più importanti ed attuali legati a tutti i 14 8000 e di rispondere alle domandi più semplici ma più pressanti come: quando sono stati scalati per la prima volta e da chi? Con quali mezzi e strumenti? Dove si trovano? Che possibilità e che difficoltà presenta la loro ascesa? Quali sono i record positivi e tristi che ne fanno la fama nel mondo dell’Alpinismo? E tante altre.

In questo primo assaggio partiamo con il loro elenco, ecco i 14 8000, i grandi signori delle montagne:

  1. Everest
  2. K2
  3. Kanchenjunga
  4. Lothse
  5. Makalu
  6. Cho Oyu
  7. Dhaulagiri
  8. Manaslu
  9. Nanga Parbat
  10. Annapurna
  11. Gasherbrum 1
  12. Broad Peak
  13. Gasherbrum 2
  14. Shishapangma

Non c’è un vero motivo perché in questo elenco non compaiano tante altre vette dalle difficoltà alpinistiche e ambientali elevatissime come accade per molti dei 40 7000m. o, ad esempio, per le vette dell’Antartide, se non che anche l’alpinista è un uomo, amante di categorie serrate e insiemi dai contorni precisi e non sfumati.

Noi qui cercheremo di forzare un po’ questo schema di “14 8000” e far storcere il naso a qualcuno e presenteremo, poi, anche una breve selezione di queste altre vette sconosciute ai più.

 I 14 8000 Monte Everest Nuptse Lhotse Sagarmatha

Non perderti nessuna delle nostre foto – Seguici su Instagram Instagram

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: